temporizzatore con ritardo all’eccitazione ed alla diseccitazione

L’uscita A5.3 viene attivata 3 secondi dopo la chiusura dell’ingresso E0.1 e disattivata 7 secondi dopo la sua riapertura.

Diagramma temporale temporizzatore con ritardo all'eccitazione ed alla diseccitazione

Figura 69: Diagramma temporale temporizzatore con ritardo all’eccitazione ed alla diseccitazione

La Figura 69 illustra, al primo ed ultimo rigo del diagramma, l’andamento dei due segnali descritti nella traccia. Nel rigo intermedio è stato disegnato l’andamento di un temporizzatore con ritardo all’eccitazione avente come ingresso proprio E0.1. Notiamo come l’andamento dell’uscita A5.3, rispetto all’andamento di T0, rappresenti un ritardo alla diseccitazione. Il gioco è fatto! Si tratta quindi di scrivere un programma contenente due temporizzatori: il primo, un ritardo all’eccitazione da 3s, ha come ingresso E0.1; il secondo, un ritardo alla diseccitazione da 7s, ha come ingresso lo stato del primo temporizzatore e come uscita A5.3.

I programmi ladder ed AWL riportati di seguito implementano questa soluzione.

LADDER

AWL
 ladder6       U     E0.1

L     W#16#0300

SE    T0

U     T0

L     W#16#0700

SA    T1

 

U     T1

=     A5.3

 

BE

 


^