rilevazione fronti

Attivare le uscite A4.0 e A4.1 in corrispondenza rispettivamente del fronte di salita e di quello di discesa dell’ingresso E0.0.

Notiamo che l’ultimo percorso dello schema ladder impone, al termine dell’esecuzione del programma, l’eguaglianza del merker bit M0.0 allo stato dell’ingresso E0.0. Ma, in corrispondenza dei fronti, per i percorsi precedenti, accade che lo stato delle due variabili sia opposto e, solo alla fine dell’elaborazione del programma utente, diventi uguali. Ciò viene rappresentato nelle prime due righe del diagramma di Figura 63 con un ritardo temporale di M0.0 rispetto ad E0.0 che vale un ciclo di esecuzione.

Il primo percorso attiva la bobina A4.0, per un ciclo di esecuzione, quando E0.0 è a 1 ed M0.0 è a 0, cioè in corrispondenza del fronte di salita di E0.0.

LADDER

rilevazione fronti

AWL

U     E0.0                 ‘rilevazione fronte

FP    M0.0                 ‘di salita

=     A4.0

 

U     E0.0                 ‘rilevazione fronte

FN    M0.1                 ‘di discesa

=     A4.1

 

BE

Diagramma temporale rilevatore fronti

Invece, la bobina A4.1 sarà attivata, sempre per un ciclo di esecuzione, quando E0.0 è a 0 ed M0.0 è a 1, cioè in corrispondenza del fronte di discesa di E0.0, come programmato nel percorso 2.

Nel programma AWL si è fatto uso delle istruzioni per la rilevazione fronti FP (salita) e FN (discesa).


^